Mali, arrestato sequestratore degli spagnoli. Frattini: “Nessun riscatto”

Pubblicato il 22 Febbraio 2010 19:56 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2010 19:56

Il ministro degli Esteri, Franco Frattini

Il capo della banda di sequestratori legati ad al Qaeda, che avrebbe rapito i tre operatori spagnoli, è stato arrestato dalla polizia mauritana. Lo hanno reso noto fonti della sicurezza locali. «È il principale attore del sequestro dei tre cittadini spagnoli ed è ora nelle nostre mani», ha spiegato la fonte coperta dall’anonimato.

«Noi riscatti non ne paghiamo. In questo momento il silenzio stampa è d’oro». Così il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha risposto alla richiesta di un commento sul presunto pagamento di un riscatto da parte della Spagna per favorire la liberazione di propri connazionali sequestrati in Mali, dove si troverebbero anche l’ostaggio italiano Sergio Cicala e la moglie.

«Io ho parlato con il presidente del Mali per chiedere che si diano da fare – ha aggiunto Frattini -. C’è stata la liberazione di quattro persone (membri di Al Qaeda nel Maghreb islamico), ne abbiamo preso atto».

Parlando al termine della riunione dei ministri degli Esteri Ue a Bruxelles, Frattini ha ribadito: «Io sono assolutamente fermo nel silenzio stampa italiano, si figuri se parlo dei casi spagnoli».