Malumori berlusconiani per il caso Bongiorno

Pubblicato il 8 agosto 2010 6:00 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2010 6:00

da: La Repubblica

Il processo breve, lo scudo congela processi alias lodo Alfano, le intercettazioni… e via la Bongiorno dalla commissione Giustizia della Camera. Non può ovviamente scriverlo tra i punti del programma, ma è questo l\’ ordine irrevocabile che il Cavaliere ha impartito ai suoi: la finiana Giulia Bongiorno, quella che, dal suo punto di vista, per due anni gli ha rovinato la festa sulle riforme della giustizia, gli ha dato filo da torcere sulle intercettazioni, sul processo breve, sulla blocca-processi, quella che da ultimo lo ha costretto a mettere da parte il suo super consulente Niccolò Ghedini nella partita finale sugli \”ascolti\”, proprio \”quella\” se ne deve andare.

Leggi l’articolo originale