Manifestazione Pdl. Zanda: “Su cifre, Gasparri non rispetta servitori dello Stato”

Pubblicato il 22 Marzo 2010 14:37 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2010 14:37

«Quando parliamo dello spappolamento dello Stato messo in atto dal governo Berlusconi e dalla sua maggioranza ci riferiamo anche a comportamenti come quello del senatore Gasparri. Pur di confermare mirabolanti cifre di partecipazione alla manifestazione di sabato, Gasparri ha pensato bene di insultare il questore di Roma definendolo ‘in preda a stress o in crisi etilica’ e dimostrando, così, non solo di non avere il senso dello Stato ma nemmeno di saper rispettare chi serve fedelmente lo Stato». Lo ha detto il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda intervenendo a Youdem.

Sul rifiuto del dibattito televisivo da parte del presidente del Consiglio, Zanda, a Youdem, ha aggiunto: «Il presidente Berlusconi rifiuta il dibattito televisivo con i suoi avversari politici da 15 anni per paura. Ha paura dei confronti diretti perché non conosce i problemi dei cittadini e, in televisione o nei comizi, sa parlare solo per slogan. D’altra parte – ha concluso – anche durante le conferenze stampa mostra insofferenza quando gli vengono rivolte domande non precedentemente annunciate al suo ufficio stampa».