Manovra, Chiamparino: “Nessun ok dall’Anci ma sul fisco è svolta”

Pubblicato il 11 luglio 2010 11:32 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2010 16:54

”Da parte nostra non c’è nessun via libera alla manovra, chi pensa questo sbaglia. Il giudizio rimane negativo, ma il cosiddetto federalismo municipale, che potrebbe partire nel 2012, rappresenterebbe una svolta”. È quanto afferma Sergio Chiamparino, sindaco di Torino e presidente dell’Anci, in un’intervista a Repubblica.

”I Comuni, spiega Chiamparino, dovrebbero poter contare ”sull’imposta sul registro, l’imposta sul catasto e la parte Irpef che deriva da proprieta’ immobiliari diverse dalla prima casa. Inoltre dovrebbe esserci una cedolare secca del 20% sugli affitti”. Il tutto vale ”circa 15 miliardi di euro, e non si tratta di un’aggiunta. Nel 2012 il saldo sara’ pari a zero, i trasferimenti da Roma verranno ridotti in uguale misura. Non ci sara’ ne’ un aumento fiscale ne’ un aumento delle risorse per i Comuni, ma le amministrazioni – sottolinea Chiamparino – avranno finalmente una leva fiscale, imposte che saranno gestite in autonomia”.