Conte: “Manovra? Non lavoro a deficit sotto il 2%. Nei prossimi giorni nuovo passaggio con l’Ue”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 dicembre 2018 22:33 | Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2018 0:39
Manovra, Conte: "Non lavoro a deficit sotto il 2%. Nei prossimi giorni nuovo incontro con l'Ue" (foto Ansa)

Manovra, Conte: “Non lavoro a deficit sotto il 2%. Nei prossimi giorni nuovo incontro con l’Ue” (foto Ansa)

ROMA – “Non sto lavorando ad un deficit sotto al 2%” dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palazzo Chigi. Sulla manovra, spiega Conte, “nel volgere di qualche giorno avremo un’ulteriore passaggio con le istituzioni Ue e confido di pervenire ad una soluzione condivisa che ci possa evitare l’infrazione”.

Quanto a un possibile vertice con i due vicepremier e con il ministro dell’economia Tria, Conte è stato tranchant: “Non c’è nessun vertice, ma quale vertice? Qui si lavora sempre, non c’è bisogno mica di farne …”.

Da Torino intanto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia va all’attacco del presidente del Consiglio durante l’incontro delle categorie produttive a sostegno del Tav: “Se fossi in Conte convocherei i due vicepremier e gli chiederei di togliere due miliardi per uno visto che per evitare la procedura d’infrazione bastano 4 miliardi. Se qualcuno rifiutasse mi dimetterei e denuncerei all’opinione pubblica chi non vuole arretrare”.

Nelle stesse ore dall’Europa arrivano le nuove raccomandazioni sul rispetto delle regole. “Sosteniamo la valutazione della Commissione Ue e raccomandiamo all’Italia di prendere le misure necessarie a rispettare le regole del Patto di stabilità”. Questo scrive l’Eurogruppo nelle conclusioni sul bilancio italiano. I ministri aggiungono poi che sostengono “il dialogo in corso tra la Commissione e le autorità italiane”.

Nel testo delle conclusioni del’Eurogruppo, non ci sarebbe nessun riferimento alla procedura per debito eccessivo, ma è stato inserito invece il sostegno alla prosecuzione del dialogo tra Governo italiano e Commissione europea.