Manovra: Inno di Mameli cantato a “sipario” chiuso per protestare contro i tagli

Pubblicato il 18 Giugno 2010 22:52 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2010 23:00

L’Inno di Mameli cantato a “sipario” chiuso da tutto il coro della Fondazione lirica Arena di Verona è stato eseguito la sera di venerdì 18 giugno nell’anfiteatro romano in occasione dell’apertura della nuova stagione areniana per protestare contro i tagli allo spettacolo imposti dalla manovra finanziaria.

“I lavoratori della Fondazione Arena eseguono l’inno – dice una nota sindacale – per protestare contro la mancata attesa riforma delle fondazioni lirico-sinfoniche per ricordare che la lirica è un grande patrimonio culturale nazionale”. Secondo le maestranze areniane il decreto appena uscito dal Senato – in prima fila era presente il presidente del Senato, Renato Schifani – mantiene il suo profilo fortemente penalizzante sui temi dell’occupazione, della qualità produttiva e della contrattazione”. Al termine dell’esecuzione della prima strofa dell’Inno di Mameli i coristi dell’Arena hanno urlato, senza musica, “no al decreto Bondi”.