Manovra. Ok della Commissione a pacchetto fiscale chiesto alle imprese

Pubblicato il 8 Luglio 2010 18:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2010 19:18

Tremonti

Via libera della commissione Bilancio del Senato al pacchetto fiscale chiesto dalle imprese. L’emendamento del relatore alla manovra che è stato approvato cancella in particolare la norma che accelera i tempi di riscossione da parte dell’erario, prevedendo 150 giorni di sospensiva giudiziale degli accertamenti: scaduto il termine era previsto il versamento del 50% della somma contestata.

Dal prossimo anno sarà possibile poi per le imprese compensare i crediti nei confronti di alcune pubbliche amministrazioni con i debiti (le somme iscritte a ruolo) verso il fisco. A partire infatti dal primo gennaio 2011 i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti di Regioni, Enti locali e degli enti del servizio sanitario nazionale per somministrazione, forniture ed appalti, possono essere compensarti con le somme dovute in seguito di iscrizione a ruolo.

Se a sua volta la Regione, l’ente locale o quelli del servizio sanitario non verseranno all’agente della riscossione l’importo dovuto entro 60 giorni l’agente della riscossione procederà alla riscossione coattiva nei loro confronti.