Polverini: “Stop agli sprechi, a Roma massimo una o due Asl”

Pubblicato il 19 luglio 2010 9:28 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 9:32

Renata Polverini

Le sanzioni si possono ancora scongiurare se il governo sblocca i fondi Fas o approva la linea d’azione per il piano di rientro che prevede la riduzione delle Asl e dei tempi di attesa. E’ l’auspicio di Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, intervistata dal Messaggero.

”Sulle prime tre verifiche sono saltate fuori fatture pagate due volte – afferma la Polverini riferendosi alla passata gestione della Regione – e poi i telefonini di servizio che ogni dirigente dava a chi voleva, le casse completamente vuote, i debiti non cancellati delle Asl”. Il piano di rientro, per il settore della sanita’, punta alla razionalizzazione delle Asl, per arrivare a una o due in tutta la citta’ e a tempi di attesa ridotti a ”15 giorni, un mese”.

”Stiamo lavorando sul Recup (il servizio di prenotazione telefonica, ndr.): le agende si devono parlare – prosegue la Polverini – ci deve essere un sistema per ricordare ai cittadini gli appuntamenti, bisogna inserire nel sistema anche le strutture private. Entro l’inizio dell’anno qualche risultato si dovrebbe avere”. Inoltre, la presidente della Regione fa sapere che sta lavorando anche alla riduzione del parco auto del 20% e ad un uso piu’ controllato delle auto blu.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other