Manovra, un favore agli allevatori: le multe delle quote latte “salve” da Equitalia

Pubblicato il 30 Giugno 2011 10:03 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2011 10:03

ROMA – Tu, allevatore, produci troppo latte sforando le quote imposte dall’Unione europea? Non puoi farlo, questo stabiliscono le quote latte. E se vai oltre ti becchi una sonora multa, poi succede che le multe si accumulano e l’Unione europea batta cassa all’Italia, ma il nostro governo (soprattutto la Lega che vede negli allevatori del Nord un bacino elettorale notevole) decide sempre di rimandare.

Le multe così si accumulano, ma qualcuno deve pur riscuoterle e quel qualcuno, incaricato ufficialmente, si chiama Equitalia, spauracchio di molti allevatori. Ebbene, l’ultimo favore per gli allevatori è stato inserito nella manovra e prevede che Equitalia non abbia più alcun potere di riscuotere le multe degli allevatori. Ecco cosa recita il decreto legge:

A partire dalla data di entrata in vigore del presente decreto, le procedure di riscossione mediante ruolo in materia di prelievo supplementare nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari, avviate dall’agente della riscossione, sono interrotte e lo stesso agente è automaticamente discaricato delle relative quote. Resta ferma la validità degli atti posti in essere sino a quella data”.

Tanto per rendere quanto l’esattore Equitalia sia figura amata tra gli allevatori ecco una vicenda della cronaca recente. Il 20 maggio scorso a Vicenza un agente della società di riscossione si presenta da un allevatore con in mano una multa da ben 587mila euro. Finisce che l’allevatore lo sequestra per 5 ore, come riscatto chiede che la multa venga stracciata. Il riscossore riesce a tornare libero solo dopo mezza giornata e dopo l’intervento dei carabinieri.