Manovra: scatta il mini-rincaro sulle autostrade, ora ci sarà la web-fattura

Pubblicato il 29 Giugno 2010 13:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2010 15:34

Aumento di 1 o 2 euro per le autostrade collegate con i tratti autostradali o i raccordi gestiti dall’ Anas (che in futuro avranno un pedaggio), fattura elettronica oltre i 3.000 euro e giro di vite su celebrazioni della P.A. Scatta il primo luglio la stretta prevista da alcune misure della manovra economica, anche se il decreto è già in vigore da qualche settimana e l’iter parlamentare è avviato. Alcune misure avranno effetti sui cittadini,come i rincari autostradali. Altre solo sulle amministrazioni pubbliche. Ecco in sintesi le principali:

INPS, STOP GETTONI PRESENZA: Gli eventuali gettoni di presenza per i membri dei comitati amministratori delle gestioni, fondi e casse dell’Inps non potranno superare l’importo di 30 euro a seduta. Si sopprimono, sempre a decorrere dal primo luglio 2010, tutti gli emolumenti (comunque denominati) legati alla partecipazione alle riunioni di organi collegiali di livello centrale.

ARRIVA ‘PEDAGGIAMENTO’ (E SCATTA RINCARO): Per il sistema autostradale gestito da Anas è previsto in futuro l’arrivo di pedaggi, prima utilizzando i caselli delle concessionarie, poi con un sistema di esazione di tipo free flow (a flusso libero). La fase transitoria prevede dal primo luglio aumenti per i pedaggi delle attuali autostrade collegate con i raccordi e le superstrade Anas: sarà di 1 euro per le vetture e di 2 euro per le classi di pedaggio più elevate.

FATTURA TELEMATICA: Per le fatture sottoposte a Iva, di importo pari o superiore i 3.000 euro, scatta l’obbligo di comunicazione all’Agenzia delle Entrate. L’obiettivo è attivare controlli incrociati contro frodi carosello e false fatturazioni.

PER DEDUZIONI O DETRAZIONI ARRIVA RITENUTA: Si assoggettano ad una ritenuta del 10% a titolo di acconto dell’imposta sul reddito dovuta dai beneficiari, i pagamenti effettuati mediante bonifici disposti dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta. Vale, ad esempio, per i pagamenti per le ristrutturazioni immobiliari che beneficiano degli sconti Irpef.

PER CELEBRAZIONI PA SERVE AUTORIZZAZIONE: L’organizzazione di convegni, di giornate e feste celebrative, ma anche di cerimonie di inaugurazione e di altri eventi simili da parte delle Amministrazioni dello Stato e delle Agenzie nonche’ da parte degli enti e delle strutture da esse vigilati e’ subordinata alla preventiva autorizzazione del Ministro competente.

NOVITA’ SU ATTI ‘CASA’: Gli atti pubblici e le scritture private autenticate tra vivi, che hanno ad oggetto il trasferimento e la costituzione di diritti reali, nonchè lo scioglimento di comunione di diritti reali su fabbricati già esistenti devono contenere, per le unità immobiliari urbane, (pena la nullità): l’identificazione catastale; il riferimento alle planimetrie depositate in Catasto; la dichiarazione degli intestatari sulla conformità di dati catastali e planimetrie allo stato di fatto.