Manovra. Tesoro: “In arrivo emendamento con i tagli all’indennità giudiziaria”

Pubblicato il 7 Luglio 2010 15:47 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2010 16:07

I tagli per il comparto dei magistrati incideranno sull’indennità giudiziaria e saranno contenuti in un emendamento, su cui c’é il consenso del comitato intermagistrature, che sarà presentato in commissione Bilancio al Senato. Il ministero dell’Economia, rivedendo il blocco degli stipendi per i magistrati, assicurerà una “più equa distribuzione” degli oneri all’interno della categoria.

Un comunicato del Tesoro spiega infatti che, “per quanto riguarda il personale della magistratura, la manovra inciderà sulla cosiddetta indennità giudiziaria”.

L’Associazione nazionale magistrati ha criticato il congelamento degli stipendi pubblici previsto in manovra perché, applicato ai magistrati, finisce per colpire maggiormente i giovani.

Il Tesoro spiega nella nota che l’idea di colpire l’indennità giudiziaria “ha trovato il consenso del Comitato intermagistrature, in quanto, fermi i saldi di finanza pubblica, ne attua la più equa possibile distribuzione all’interno della categoria”.

“L’ipotesi, esaminata dalla Ragioneria generale dello Stato, è stata considerata economicamente congrua dal Ministero dell’economia e delle finanze e si tradurrà in un emendamento che verrà presentato in Commissione”, conclude il comunicato.