Marcello Dell’Utri è scappato prima dell’arresto: ha battuto i giudici sul tempo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Aprile 2014 11:07 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2014 14:55
Marcello Dell'Utri è scappato prima dell'arresto: ha battuto i giudici sul tempo

Marcello Dell’Utri è scappato prima dell’arresto: ha battuto i giudici sul tempo

ROMA – Marcello Dell’Utri è scappato prima dell’arresto: ha battuto i giudici sul tempo. È di martedì 8 aprile l’ordinanza di custodia cautelare a carico dell’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri. Ha battuto sul tempo i giudici riparando all’estero, forse in Libano. Proprio quello che temevano i magistrati della terza sezione della Corte d’Appello di Palermo, gli stessi che avevano confermato la sentenza di condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, quello che temevano la Procura generale e i funzionari della Dia.

“Pericolo di fuga” è la motivazione scritta sul mandato che giustifica l’arresto. Giunto troppo tardi, benché da un’intercettazione telefonica si era appreso delle intenzioni dell’ex senatore. Tre settimane fa la Procura Generale, sulla base di un’intercettazione di una conversazione del fratello di Dell’Utri, Alberto, da cui si potevano dedurre le intenzioni dell’ex manager di Publitalia di lasciare il Paese, e degli accertamenti della Dia che da tempo tenevano sotto controllo l’imputato, aveva chiesto il divieto di espatrio con sequestro del passaporto.

Ma l’istanza venne rigettata dalla Corte in quanto per i reati di criminalità organizzata l’unica misura cautelare ipotizzabile è la custodia in carcere. La Procura generale ha fatto ricorso contro il rigetto al Tribunale del Riesame che ha confermato l’orientamento dei giudici di appello. Da qui la nuova richiesta, questa volta di arresto, che risale a lunedì sera scorso. I giudici l’hanno accolta e depositato il provvedimento martedì. Nel frattempo Dell’Utri ne ha approfittato per far perdere le tracce e stabilirsi in Libano (anche se le ultime notizie non danno più per certa questa destinazione).