Mario Adinolfi contro Roberto Fico, prima la lobby gay poi il curriculum

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2018 11:34 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2018 11:34
mario adinolfi

Mario Adinolfi contro Roberto Fico, prima la lobby gay poi il curriculum

ROMA – Mario Adinolfi ha provato un primo attacco nei confronti di Roberto Fico, neo presidente della Camera dei deputati, sfruttando l’arma della cosiddetta lobby gay che avrebbe conquistato la terza carica dello Stato.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

L’attacco, soltanto qualche minuto più tardi, si è infranto sul bacio tra Fico e la compagna Yvonne De Rosa.

Ieri, domenica 25 marzo, il leader del Popolo della Famiglia ci riprova e torna all’attacco. Questa volta, a finire nel mirino, non è l’orientamento sessuale dell’esponente del Movimento 5 Stelle, quanto il suo curriculum.

Adinolfi, in un lungo post su Facebook, ha preso atto della laurea in Scienze della comunicazione del presidente della Camera. Ma ha anche tirato una vera e propria bordata sulle sue precedenti mansioni.

“Leggo dal curriculum di Roberto Fico che prima di entrare in Parlamento ha svolto i seguenti lavori: tour operator, importatore di tessuti dal Marocco e operatore di call center. Grazie alla brillante laurea in Scienze della Comunicazione ottiene un ruolo di responsabile della comunicazione di un ristorante napoletano, in linea con la tesi di laurea intitolata “Identita’ sociale e linguistica della musica neomelodica napoletana”.