Maroni e rapporti Pdl – Carroccio: quando il Milan perde la Lega vince le elezioni

Pubblicato il 25 Marzo 2010 9:11 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2010 9:12

Roberto Maroni

Il Milan sconfitto a Parma? «Storicamente quando il Milan perde, la Lega vince le elezioni». Così il ministro dell’Interno Roberto Maroni, tifoso rossonero, ha risposto a Unomattina a proposito del ko della squadra di Leonardo a Parma.

Passando poi ai temi politici del momento Maroni ha affermato che la competizione Pdl-Lega alla vigilia delle Regionali può considerarsi, «una competizione virtuosa tra alleati». «Noi della Lega – ha osservato – abbiamo l’ambizione di rappresentare la società delle regioni del nord (destra o sinistra poco importa) perché noi siamo un partito territoriale. Siamo il partito-sindacato delle regioni e dei piccoli imprenditori del nord, ma anche dei loro operai; degli studenti e dei pensionati. Rappresentiamo la speranza che ci sia una riforma, il federalismo, così importante che tutti i problemi che assillano coloro che vivono nelle regioni del nord trovino una soluzione».

Venendo infine  al tema della semplificazione e dello snellimento burocratico, Roberto Maroni ha espresso apprezzamento per il falò, «fatto in assoluta sicurezza» dal ministro Calderoli, che ha bruciato 375 mila “leggi inutili”.

«L’Italia – ha precisato Maroni – è il Paese della burocrazia opprimente, dei cavilli inutili, delle leggi che soffocano la libera impresa e le attività. Roberto Calderoli è riuscito a cancellare queste leggi inutili e, nel gesto simbolico del falò, si è proposto come il ‘Nerone buono’ che dà un messaggio importante ai cittadini».