“Masturbarsi in pubblico sia di nuovo reato”: l’ultima crociata di Salvini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2018 11:51 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 12:14
"Masturbarsi in pubblico sia di nuovo reato": l'ultima crociata di Salvini

“Masturbarsi in pubblico sia di nuovo reato”: l’ultima crociata di Salvini

ROMA – “Masturbarsi in pubblico non è più reato, come deciso dal governo di centrosinistra nel 2015. Risultato: un 28enne albanese che si era esibito davanti a una ragazzina non avrà conseguenze penali ma solo una multa, come riportato dal Gazzettino di Venezia pochi giorni fa. È un altro regalo del Pd agli italiani a cui cercheremo di rimediare”: lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Scriverò subito in questo senso al ministro della Giustizia: giù le mani dalle donne e dai bambini!”.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini vuole quindi che masturbarsi in pubblico torni ad essere reato: lo ha affermato in una nota in cui annuncia una lettera al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dopo la notizia – riportata dal Gazzettino di Venezia – dell’uomo che rischiava una condanna penale e che invece pagherà solo una multa, dopo la depenalizzazione del reato del 2015.