Matteo Dall’Osso, deputato colpito da Sla, passa a Forza Italia. M5S: “Paghi la penale da 100mila euro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2018 11:29 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2018 13:41
Matteo Dall'Osso, deputato colpito da Sla: "M5S umilia i disabili, passo a Forza Italia"

Matteo Dall’Osso, deputato colpito da Sla: “M5S umilia i disabili, passo a Forza Italia”

ROMA – Il deputato grillino Dall’Osso lascia a sorpresa il suo gruppo parlamentare e passa a Forza Italia: affetto da Sla, si è sentito tradito da M5S sul tema del sostegno alle disabilità, i suoi ex colleghi, invocando il codice etico interno, gli hanno immediatamente ingiunto di pagare la penale da 100mila euro.

“Prima mi hanno usato, poi mi hanno preso in giro: non posso più restare con i Cinquestelle. Lascio il gruppo M5S e aderisco a Forza Italia”, è l’annuncio a sorpresa del deputato Matteo Dall’Osso, in un’intervista al Giornale.

“Mi sono sentito solo, in parte tradito, umiliato. E mi sono sentito disabile. Mi hanno trattato male”, ha spiegato. In commissione Bilancio “ho chiesto al gruppo M5s di firmare il mio emendamento” che potenziava il fondo per i disabili, “ma dai banchi del governo è stata data indicazione negativa, così ho deciso di proseguire grazie alla sottoscrizione di tutte le opposizioni”, racconta Dall’Osso.

All’AdnKronos, fonti del direttivo grillino hanno fatto sapere che Dall’Osso dovrà pagare in solido per la sua fuga e tradimento del mandato elettorale, così come prevede il codice etico interno entrato in vigore l’anno scorso.

“A seguito del mio intervento e di un accorato appello, l’emendamento è stato accantonato con parere favorevole. Ma nella seduta di martedì 4 – evidenzia il parlamentare – quell’emendamento è stato bocciato. L’ho appreso dal verbale della seduta”. Motivo della bocciatura è la “mancanza di coperture economiche. Ma parliamo di 10 milioni di euro per tre anni, considerato che Roma da sola soffre una mancanza di 2 milioni solo per quest’anno a causa di permessi per falsi invalidi”, spiega.

“Penso che Forza Italia, per i valori di libertà e solidarietà che promuove – ricordo il lavoro a tutela delle donne svolto da Mara Carfagna – e l’attenzione verso le categorie più deboli quali i bambini orfani, possa garantire l’attenzione verso i disabili”, conclude Dall’Osso.

“Mi riservo di capire cosa sia successo, anche perché passare a Forza Italia… “: è la prima replica grillina per bocca del capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, ospite di Radio 24. L’onorevole Matteo Dall’Osso intanto ha già presentato formale richiesta per aderire al gruppo Forza Italia Berlusconi Presidente della Camera dei deputati. Il presidente Mariastella Gelmini l’ha accolta, esprimendo soddisfazione e formulando, anche a nome di tutto il gruppo azzurro di Montecitorio, auguri di buon lavoro al nuovo collega.