Matteo Renzi da Napolitano: “Parlato di legge elettorale, non di rimpasto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 gennaio 2014 17:47 | Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2014 20:00
Matteo Renzi

Matteo Renzi

ROMA – Il segretario del Pd, Matteo Renzi è salito al Quirinale a colloquio con il presidente Giorgio Napolitano. L’incontro, durato circa due ore, è avvenuto nei giorni in cui il presidente Enrico Letta è fuori dall’Italia, in visita ufficiale in Messico.

Appena uscito dal Quirinale Renzi specifica: non si è parlato di rimpasto di governo (“roba da prima Repubblica”) ma di legge elettorale e prospettive di riforme istituzionale. Certo, ma in due ore potrebbe esserci spazio anche per altre considerazioni.

Di sicuro sono giorni di maretta nel governo: il ministro De Girolamo ha detto che non ha problemi a riferire in Parlamento sulla vicenda Asl di Benevento che non la vede indagata ma certo imbarazza la maggioranza. Di rimpasto si parla con più insistenza da giorni, addirittura di crisi pilotata, di caselle da sostituire, di toto-ministri. Non può mancare la legge elettorale, sulla quale Renzi intende chiudere nell’arco di poche settimane.

Probabile che tutto questo sia al centro del colloquio tra il segretario del partito democratico e il maggior “tutore” del governo in carica, ovvero il presidente Napolitano. Renzi appoggerà il governo Letta fino in fondo? O solo a determinate condizioni? Il tutto a pochi giorni dalla direzione del Pd del 16 gennaio che vedrà come protagonisti assoluti Renzi e Letta.