Matteo Renzi si è dimesso da segretario del Pd… anzi no: annunci e smentite

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2018 12:24 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018 12:33
Matteo Renzi si è dimesso da segretario del Pd... anzi no: annunci e smentite

Matteo Renzi si è dimesso da segretario del Pd… anzi no: annunci e smentite

ROMA – Il vero sconfitto delle elezioni politiche 2018 è stato il Partito Democratico, crollato sotto la soglia critica del 20%: Matteo Renzi, il segretario plebiscitato da 2 milioni di voti alle primarie democratiche, si sarebbe dimesso.

Usiamo il condizionale perché secondo fonti accreditate dovrebbe essere il ministro delle Infrastrutture Graziano Del Rio il traghettatore verso la nuova fase che si va aprendo. Ma, nonostante la certificazione giornalistica dell’Ansa, sono giunte smentite alle dimissioni non circostanziate che rinviano alla riunione di oggi pomeriggio (“a noi non risulta”, comunica il portavoce).

In ogni caso la parabola Renzi è giunta a un punto di non ritorno: non sono bastati i mille giorni a Palazzo Chigi, le performance incoraggianti dell’economia italiana, la stabilità offerta dal sostegno al governo Gentiloni: con Renzi si chiude una stagione democratica iniziata con lo slogan della rottamazione, poi con il boom delle Europee (40%) del 2014, la conquista della presidenza del consiglio e anticipatamente conclusa con l’ambizioso programma di riforme istituzionali naufragato però con la cocente sconfitta al referendum dell’anno scorso.