Politica Italia

Matteo Renzi e il poster di Samantha Fox in camera. Altro che Duran Duran…

Matteo Renzi e il poster in camera di Samantha Fox. Altro che Duran Duran...

Matteo Renzi e il poster in camera di Samantha Fox. Altro che Duran Duran… (foto Ansa)

ROMA – Il poster dei Duran Duran? Macché, semmai quello di Samantha Fox. Matteo Renzi, in un fuori onda durante il confronto sulle primarie del Pd, ammette cosa fosse appeso alle pareti della sua cameretta da adolescente. Non la boy band che faceva sognare le ragazzine, bensì la popstar icona sexy degli anni Ottanta.

Riporta Huffington post:

“Se spegni la telecamera te lo dico…”, ammicca Renzi, la cui mimica facciale sui Duran Duran è indicativa. E avvicinatosi all’orecchio del cronista sibila: “Samantha Fox”. Il ‘siparietto’ questa mattina a Pioltello, nella città metropolitana milanese, durante una visita inserita nel tour elettorale del segretario uscente del Pd, in vista delle primarie di domenica.

Che poster avevano da quindicenni i candidati Pd sui muri e quale sceglierebbero oggi? E’ una delle domande poste nel corso del confronto su Sky. “Avevo sul letto – racconta Michele Emiliano – un poster di Gigi Riva, mentre calciava in porta il terzo gol con la Germania. Oggi attaccherei quello di Juri Chechi, perché si è rotto il tendine come me. Io ho saltato solo la campagna elettorale, lui le Olimpiadi: gli è andata peggio”. “Avevo il poster di Berlinguer e anche una foto di Salvador Allende: oggi aggiungerei una foto di Nelson Mandela”, replica Andrea Orlando. E Matteo Renzi: “Il poster di Roberto Baggio l’ho venduto perché lo aveva venduto la Fiorentina. E poi avevo i Duran Duran e Bob Kennedy. Oggi se fossi un ragazzino di 15 anni e la dovessi buttare in politica direi che c’è un uomo che ha cambiato la storia di questo pianeta, Barack Obama”.

To Top