Matteo Renzi: “Nel job act energia meno cara del 10% per aziende”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2014 22:45 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2014 22:45
Matteo Renzi

Matteo Renzi

ROMA – Taglio del 10% del costo dell’energia per le aziende. E’ questa una delle prime proposte che sarà contenuta nel job act al quale sta lavorando il segretario del Pd, Matteo Renzi e anticipata durante la puntata di martedì sera di ‘Otto e mezzo’.

L’obiettivo è, dunque, quello di far pagare meno l’energia alle imprese rivedendo il rendimento fissato diversi anni fa dall’Authority. In sostanza, attualmente, la bolletta sull’energia ha tre voci: costo dell’energia; accise e costo di distribuzione fatta da società esterne come Terna e Snam. Un costo fissato dall’Authority per l’energia molti anni fa e mai aggiornato, con rendite fuori mercato.

La proposta di Renzi prevede di abbassare del 20-30% questa rendita in modo da creare un risparmio per abbassare il costo dell’energia per le imprese.