Matteo Renzi nel mirino degli hacker, sito “bombardato” e irragiungibile

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2013 15:42 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2013 15:48

 

Matteo Renzi nel mirino degli hacker, sito "bombardato" e irragiungibile

Come appare il sito di Renzi dopo l’attacco hacker (foto Ansa)

FIRENZE – Gli hacker mettono ko il sito ufficiale del nuovo segretario del Pd Matteo Renzi. L’attacco, iniziato nel pomeriggio dell’11 dicembre ha reso inaccessibile per ore il sito www.matteorenzi.it.

I tecnici della società che gestisce il sito, utilizzato da Renzi per comunicare con i cittadini, stanno cercando di riportare la situazione alla normalità. Nel primo pomeriggio del 12 dicembre, però, il sito è ancora offline. Colpa del tipo di attacco: gli hacker hanno utilizzato una serie di computer infetti (i proprietari sono ignari) per “bombardare” di dati il sito, rendendolo così inaccessibile.

Davide Bacarella, ad di Dot Media, che gestisce il sito è stato incaricato dallo staff di Renzi per raccogliere tutta la documentazione tecnica necessaria per presentare la denuncia alla polizia postale. Da chiarire la matrice dell’attacco.

Su come sia avvenuto Bacarella spiega che ”è cominciato nel primo pomeriggio di ieri. In pratica il sito ha ricevuto una richiesta enorme di contatti in contemporanea, in modo da essere sovraccaricato e reso irraggiungibile. Probabilmente questo attacco è stato creato con un sistema chiamato bot net, con il quale si dà un comando a migliaia di computer, inconsapevolmente infetti, affinchè compiano una determinata azione, in questo caso il collegamento con il server del nostro sito”. Bacarella aggiunge che ”l’attacco è sostanzialmente terminato: adesso siamo al lavoro per riportare il funzionamento del sito alla normalità, munendolo al contempo di maggior difese affinchè questo non possa più succedere in futuro. Appena qualche ora e tutto tornerà alla normalità”.