Politica Italia

Matteo Renzi premier? Forza Italia opposizione “soft”, M5s no a oltranza

renzi-direzione-pdROMA – Forza Italia punta a un’opposizione “morbida”, con l’intenzione di appoggiare alcune riforme. Il Movimento 5 Stelle invece non cambierà atteggiamento verso il governo, la sua sarà opposizione “forte”. I partiti di opposizione danno i loro primi giudizi davanti al prossimo, ormai inevitabile, passo indietro di Enrico Letta, “sfiduciato” dalla Direzione del Pd arringata da Matteo Renzi. Sandro Bondi, Forza Italia, chiarisce la posizione del partito già espressa nei giorni scorsi:

“Se nascerà un governo presieduto da Matteo Renzi, la mia opinione personale è che Forza Italia abbia la grande opportunità di condurre nei confronti di un governo di centrosinistra un’opposizione intelligente, ferma ma al tempo stesso pronta a collaborare se il governo proporrà cose buone per gli italiani. D’ora in poi non possiamo più permetterci un’opposizione “alla Santanchè'”.

Il M5S conferma che con i partiti tradizionali non vuole collaborare, chiunque li guidi:  “Sono cose interne al Pd che a noi non interessano”. Così Gianroberto Casaleggio lasciando il gruppo del M5S alla Camera risponde ai cronisti che gli chiedono cosa cambi tra un governo Letta e un possibile governo Renzi.

Scelta Civica rassicura che rimarrà dentro la maggioranza e appoggerà anche un governo a guida Renzi. “La relazione di Renzi ci ha dato una risposta molto importante. Chiedevamo chiarezza al Pd e chiarezza abbiamo avuto, soprattutto sulla linea di radicale cambiamento di cui c’è bisogno”.

To Top