Matteo Renzi: “Sicurezza negli stadi? La paghino le società”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2014 21:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2014 21:13
Matteo Renzi

Matteo Renzi

ROMA – La sicurezza negli stadi la paghino le società. Non i cittadini con le loro tasse. E’ questo il principio che Matteo Renzi vorrebbe introdurre negli stadi italiani dopo la partita Fiorentina-Napoli.

Il tema è dibattuto, da anni, ma in Italia a differenza di altri Paesi le società sono quasi sempre ospiti di strutture non loro, fatta eccezione per la Juve. Le società quindi pagano un affitto, di fatto gli stadi non sono “casa” loro.

“Tra giugno, luglio e agosto convocheremo le società e porteremo un principio fondamentale: le società dovranno anche prendersi cura del pagamento dell’ordine pubblico, non voglio che paghino i cittadini”.

Renzi, intervistato da Bruno Vespa per Porta a Porta, parla anche di Genny ‘a carogna:

“Personalmente credo sia stato un errore che si sia deciso di andare a parlare con i tifosi, coinvolgere le tifoserie. Bisognava partire e giocare. Il tema è far rispettare le regole, non le regole. Le misure di sicurezza oggi già ci sono”.

”Il calcio non lo lasceremo a quelle persone, non lo lasceremo ai vari Genny ‘a Carogna. Lo ridaremo alle famiglie. Facciamo finire la campagna elettorale e il campionato e poi riuniamo tutte le autorità e interveniamo in modo serio”. 

“Dobbiamo riportare il calcio a chi lo merita, alle famiglie e ai bambini. Abbiamo il dovere di riportare le famiglie allo stadio”.