Matteo Renzi: “Un sms per pagare le tasse”. E a Grillo: “Evoca terrore”

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2014 12:28 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2014 12:28
Matteo Renzi

Matteo Renzi

ROMA – Pagare le tasse con sms. Lo dice Matteo Renzi a proposito di fisco da semplificare: “Sono convinto che se ci impegniamo le tasse possiamo pagarle con un sms”. “L’Italia è un Paese che incasina le cose semplici”, ma le tasse bisogna pagarle “con maggiore semplicità”, afferma.

“L’agenzia delle entrate in un paese normale è partner del cittadino, da noi è controparte e non per colpa dell’agenzia delle entrate ma di un sistema che porta a essere più il controllore e sanzionatore, salvo poi arrivare a un contenzioso fiscale complicato e difficile. Siamo un Paese che incasina le cose semplici”, sottolinea il premier Matteo Renzi.

“C’è una battuta vecchia di Woody Allen – racconta – che dice ‘Bisognerebbe pagare le tasse con un sorriso’, e l’altro risponde ‘ho provato ma loro volevano i soldi’. Io non dico che bisogna pagare le tasse con un sorriso ma con maggiore semplicità sì. Sono convinto che se ci impegniamo le tasse le paghiamo con un sms. Dobbiamo rovesciare il meccanismo. Lo Stato non può chiedere a un cittadino di produrre un certificato che ha già lo Stato”.

Quanto alle prossime Elezioni europee, Renzi dice:

”Domenica c’è da fare un derby, non tra Inter e Milan, ma tra chi pensa che il futuro dell’Italia sia evocare terrore e giocare sulla sconfitta e chi pensa, abbiamo mille limiti compreso il presidente del Consiglio, ma ci mettiamo in gioco e proviamo a cambiare le cose”.

”Se riusciamo a portare il nostro entusiasmo in Europa – ha promesso Renzi – rivoltiamo l’Italia come un calzino”. Renzi ha fatto un elenco delle cose realizzate dal suo governo nei primi 80 giorni.