Matteo Salvini, l’ex compagna di scuola: “Aveva 7 in condotta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2018 10:50 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 11:00
Matteo Salvini, l'ex compagna di scuola: "Aveva 7 in condotta"

Matteo Salvini, l’ex compagna di scuola: “Aveva 7 in condotta”

ROMA – “Il Giornale” ha intervistato una ex compagna di classe di Matteo Salvini. Lei si chiama Maria Luisa Godino, oggi avvocato, e a Alberto Giannoni del Giornale confessa:

“Matteo non si sbatteva più di tanto, ma non aveva alcun problema con le materie: 7 in greco, o in filosofia o in matematica. Unico neo il 7 in condotta. Perché è uno che non le manda a dire, e spesso aveva da ridire con le insegnanti. Alcune se lo legavano al dito”.

“Matteo – racconta Maria Luisa Godino – è stato un mio compagno di scuola al Manzoni di Milano dal 1989 al ’92. Ne è passata di acqua sotto i ponti. Pochi giorni fa un amico comune, Gianluca Boari, mi ha portato alla festa della Lega. E stavolta mi ha chiamato per nome, a scuola usava chiamarsi per cognome”.

“Com’era? Spiritoso, intelligente, scherzoso. All’epoca avevo riccioli lunghi e mi tirava le palline di carta nei capelli. Comunque si percepiva che era una persona fuori dal comune con carisma particolare”.

Ma a scuola era bravo? “Bravo senza essere un secchione. Brillante senza dare l’idea di essere uno che studiava. Faceva il suo, con nonchalance. Peccato che non abbia fatto l’università!”.

Era di destra? “Leghista, era leghista. Aveva un entusiasmo contagioso per la Lega. Gli rubai il diario: non aveva foto di modelle ma di Bossi. Del Milan e della Lega, cui era affezionato come un figlio. Per questo soffre la storia del sequestro”.