Maturità/ Gelmini: “Scuola che promuove tutti non fa bene”

Pubblicato il 13 Luglio 2009 16:25 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2009 18:42

«Siamo tornati ad una scuola che non promuove tutti. E che distingue tra persone che studiano e persone che non studiano. Tra persone che si comportano bene e persone che non si comportano bene. Una scuola che promuove tutti non è una scuola che fa il bene del ragazzo».

Così il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini commenta i dati sulla maturità in un’intervista ad Affaritaliani.it.

«Il voto in condotta – aggiunge il ministro – è stato molto importante perché ha portato al rispetto dei compagni, dei professori e degli edifici scolastici. Il fatto che il ragazzo venga giudicato non solo per il rendimento ma anche per il comportamento è stato fondamentale».

.