Mauritania. Su Facebook la solidarità degli amici di Alexia

Pubblicato il 20 Dicembre 2009 18:46 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2009 18:48

Sergio Cicala

Gli amici di Alexia Cicala, la figlia di Sergio, rapito con la moglie in Mauritania, esprimono solidarietà alla giovane scrivendo messaggi di augurio per una veloce liberazione dei sequestrati sulla bacheca di Facebook. La trentenne, che fa l’operatrice in un centro di accoglienza per richiedenti asilo nel trapanese, ha lanciato disperati appelli alle istituzioni affinché le diano notizie sulla salute del padre e della moglie.

Ad Alexia scrive Cesare: “Ho appena appreso… Stai tranquilla, andrà tutto bene. Per qualsiasi cosa, sappi che sono a tua disposizione”. Maria dice: “Ti sono vicina e pregherò affinché quest’incubo possa finire presto. Un abbraccio fortissimo”. Giuseppe scrive: “Ti sono vicino in questo brutto momento, sperando che la Farnesina si attivi per risolvere la vicenda positivamente e nel più breve tempo possibile”.