Maurizio Gasparri: “Il 4 novembre lo dedichiamo ai marò”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2015 11:54 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2015 11:58
Maurizio Gasparri: "Il 4 novembre lo dedichiamo ai marò"

Maurizio Gasparri: “Il 4 novembre lo dedichiamo ai marò”

ROMA –  Maurizio Gasparri dedica il 4 novembre, giorno della festa delle Forze armate, ai due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre ancora al centro di un contenzioso tra Italia e India.

“Il 4 novembre – spiega Gasparri in una nota – era un tempo dedicato in maniera sentita alla celebrazione delle forze armate. Oggi la ricorrenza è stata ridimensionata, ma ciò non ci impedisce di rendere omaggio agli uomini e alle donne in divisa, onore dell’Italia. Ricordiamo in particolare la difficile condizione che vivono i due marò, uno dei quali è ancora sequestrato in India nell’ignavia del nostro governo che nulla fa per risolvere questa dolorosa vicenda. Ma oggi vogliamo anche ribadire, e lo faremo durante la Consulta sicurezza di FI insieme a Silvio Berlusconi e ai sindacati e Cocer delle forze armate e delle forze di polizia, che devono essere rinnovati i contratti del comparto con un adeguato stanziamento di risorse”.

Gasparri ricorda il suo impegno a sostegno dei soldati. Impegno fatto di denuncia contro il continuo taglio di risorse:

“Ho sollevato questo problema in sede di parere alla legge di stabilità in commissione Difesa al Senato, dove ho preso atto che tutti i gruppi hanno accolto il nostro appello affinché nel bilancio siano trovate cifre ben più consistenti di quelle offensive sin qui destinate da Renzi al personale in divisa. Presenteremo appositi emendamenti alla legge di stabilità e faremo del rinnovo contrattuale e del riordino delle carriere una priorità da sostenere con determinazione non soltanto in occasioni rituali come oggi”.