Maurizio Gasparri: “No mostra troppo cattolica? Razzismo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2015 13:35 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2015 13:35
Maurizio Gasparri: "No mostra troppo cattolica? Razzismo"

Maurizio Gasparri: “No mostra troppo cattolica? Razzismo”

ROMA – A Firenze è stata annullata la visita a una mostra da parte di una scolaresca perché i contenuti cristiani avrebbero potuto urtare chi appartiene ad altre religioni. Il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri non ci sta e annuncia azioni parlamentari.

Ecco cosa ha detto Gasparri: “Ho presentato una interrogazione al ministro dell’istruzione Giannini per chiedere l’immediata cacciata di tutti i docenti e dirigenti scolastici responsabili dell’annullamento di una gita scolastica della scuola Matteotti di Firenze presso la mostra “La divina bellezza”, in corso a Palazzo Strozzi. Si apprende, infatti, che la visita è stata annullata per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche, visto il tema religioso della mostra. È una scelta assurda, perché indipendentemente dalla religione una mostra artistica può essere visitata. Sarebbe come se si vietasse la visita in una moschee a dei cattolici o l’ingresso in un tempio ebraico a chi non pratica quella religione.

Questa forma di razzismo oscurantista dei docenti deve essere immediatamente sanzionato. Con la interrogazione chiedo il licenziamento in tronco dei responsabili di questa scelta dissennata, che offende la verità, la libertà e la cultura. Portare degli studenti a visitare una mostra non vuol dire imporgli una scelta religiosa. Che ci siano docenti di questo tipo è allarmante per la nostra scuola. Non possiamo affidare i nostri figli a dei profeti dell’ignoranza come coloro che hanno fatto questa scelta. Siano licenziati oggi stesso, a dimostrazione che la scuola italiana è il regno della libertà e della serietà e non il campeggio abusivo per degli asini che indirizzano verso l’ignoranza e l’intolleranza”.