Maurizio Landini: “Renzi si convinca, contro il lavoro non va da nessuna parte”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2014 15:04 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2014 16:04
Maurizio Landini: "Renzi si convinca, contro il lavoro non va da nessuna parte"

Maurizio Landini (LaPresse)

ROMA –  “Gli interessi dei lavoratori non sono rappresentati al governo”. Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, non fa sconti a Matteo Renzi e spiega: “La Fiom sciopererà e manifesterà in piazza il 14 novembre a Milano e il 21 a Napoli contro le politiche del governo sul lavoro e sull’industria. Vogliamo conquistare un confronto che Renzi ci nega”.

Landini parla a In Mezzo’ora intervistato da Lucia Annunziata e attacca: “Possono mettere tutte le fiducie che vogliono, noi non ci fermeremo.” Poi il segretario dei metalmeccanici della Cgil agiunge: “L’unico modo per far cambiare l’idea al governo è di convincerlo che noi abbiamo la maggioranza dei consensi. Bisogna convincere Renzi che contro il lavoro non va da nessuna parte”.

Quanto al suo futuro, che molti vedono da leader di un partito alla sinistra del Pd Landini commenta: “Io oggi voglio continuare a fare il sindacalista e non voglio impegnarmi in politica. Nella mia testa di fare la minoranza non frega nulla. Che uno mi dice ‘vuoi fare il partitino’ non me ne frega nulla. Nella mia testa c’è l’obiettivo di cambiare il paese. Mi preoccupo di unire i lavoratori e di cambiare le politiche di questo governo”.

Video da Repubblica.it