Maurizio Lupi a Olli Rehn: “Come rimanere entro tetto 3% lo decidiamo noi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2013 12:50 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2013 12:52
Maurizio Lupi

Maurizio Lupi (Foto Lapresse)

ROMA – Maurizio Lupi, ministro dei Trasporti Pdl, risponde a Olli Rehn, commissario Ue: ”Siamo un Paese sovrano, tra i fondatori dell’Europa, non commissariato e come raggiungere quel 3% e le politiche industriali lo decide l’Italia e non un commissario”.

Lupi ha parlato riferendosi alle parole del commissario Ue Olli Rehn che, parlando ai parlamentari italiani a Roma, aveva espresso preoccupazione circa il mantenimento dell’Italia della soglia del 3% del rapporto deficit/Pil. Soglia che, a suo dire, sarebbe a rischio sforamento dopo l’abolizione dell’Imu prima casa.

“L’unica priorità che abbaiamo  – ha detto Lupi – è di tornare a far crescere il Paese. Il rigore senza crescita non ci porta da nessuna parte. Siamo convintamente in Europa – ha aggiunto – ma poi ogni Paese deve intervenire all’interno di una politica comunitaria complessiva individuando caratteristiche specifiche”.