Mauro Corona: “Se vado a votare scelgo il M5s. La sinistra non esiste più”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 febbraio 2018 19:38 | Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018 19:38
Mauro Corona m5s sinistra

Mauro Corona

ROMA – “Per chi voterò? Ho apprezzato qualche parola di Salvini, come ad esempio abbassare le tasse o abolire la legge Fornero, non voto più per la sinistra che non esiste più e che ho votato una vita. La sinistra non sarà mica rappresentata da Renzi o Grasso, con quel sorriso tra il mellifluo e l’innocente, non sarà mica rappresentata dal vecchio Bersani? Allora penso di non votare, ma ho delle mire per i 5 Stelle. Lo dico chiaramente: se vado a votare voto per i 5 Stelle”. Lo dice lo scrittore Mauro Corona a La Zanzara su Radio 24.

Dice ancora Corona: “Andare a votare? Ma perché dobbiamo farci prendere per il culo? Scommettiamo che fra cinque  anni non succede niente? Perché l’Italia deve andare a votare per questi qui che non risolvono nulla? La gente che percepisce la gravità del momento, non dovrebbe neanche muoversi da casa. Nessun italiano a votare! Voglio vedere il cento per cento di astensione. E allora questi politici si guarderebbero in faccia e tornerebbero a casa”.

“Mi ritrovo a rimpiangere Razzi – aggiunge Corona – almeno nella sua semplicità, nel suo poco saper parlare, era uno pulito rispetto a questi”. Poi prosegue: “Se dovessi andar a votare, e sono in dubbio, esprimerò il voto ai 5 Stelle. Almeno provo a cambiare, a vedere cosa faranno”.

La prostituzione va legalizzata? “Per me sì, va bene. Perché non devono pagare le tasse loro ed io sì? E bisognerebbe legalizzare anche gli spinelli, così si eviterebbe questo mercato che c’è. Perché l’alcol è legalizzato e la droga no?”.

“Il viagra costa – dice ancora – e sono solo dei vasodilatatori e li paghi 150 euro e i poveri cosa fanno? Dovrebbe essere dato gratis dallo Stato”.