Mauro Corona: “Sono diventato sovranista. Salvini fa bene ad attaccare Juncker”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2018 13:06 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2018 13:45
Mauro Corona: "Sono diventato sovranista. Salvini fa bene ad attaccare Juncker" (foto Ansa)

Mauro Corona: “Sono diventato sovranista. Salvini fa bene ad attaccare Juncker” (foto Ansa)

ROMA – Intervistato da La Zanzara, il programma condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, Mauro Corona confessa: “Sono diventato sovranista, Salvini fa bene ad attaccare l’Europa e Juncker”.

Mauro Corona parla delle accuse di Feltri di essere ubriaco: “La gente è solo bigotta, è bacchettona. Il grande Pessoa parlava della stupefacente lucidità della sbornia. Sono cose che vengono fuori bene nella sbronza. Tutti i grandi scrittori da Kerouac a Bukowski, a Joseph Roth…Certo, Juncker è diverso…basta che non sia ubriaco nell’esercizio delle sue funzioni”. “Salvini – dice – ha fatto bene a dirglielo. Hanno capito che l’Italia tramite Salvini e quell’altro che beve prosecco, Di Maio, sta mettendo fuori la testa e non se la fa più calpestare. Quindi hanno paura. Io ormai sono diventato sovranista. La Germania dovrebbe venire qui in ginocchio, invece ci trattano da servi della gleba. Juncker a me sta sulle palle”. “Saviano – dice ancora – è troppo ideologico. Ragiona come nel calcio, uno tiene per il Milan e non posso tradirlo. E’ troppo schierato radicalmente. Io non sono leghista ma se fanno qualcosa di buono lo dico. Per esempio danno il reddito di cittadinanza ai poveri, poi spelano la pelle di quelli che controllano per la velocità, con gli autovelox. La gente della valle viene giù da Longarone e pagano 400 euro di multa. Una vergogna”. “A me – prosegue – hanno ritirato tre volte la patente per ubriachezza. Ma ormai gliela lascio anche, non ho bisogno della patente. Tanto quando mi sposto o guidano altri o mi vengono a prendere”.

In Veneto un comune vuole fare dei corsi per educare i giovani a non bestemmiare: “Ma queste sono cagate, questi sono i bigotti e bacchettoni che hanno coperto la pedofilia dei preti per secoli. Ma chi è sto sindaco? Ma chissà cosa farà lui! Ogni tanto bestemmio, una volta era un intercalare, adesso meno di un tempo ma le tiro ancora. Se guardiamo bene i più grandi capimafia, assassini, pluriomicidi, nei covi avevano immagini della Madonna, il crocifisso, Padre Pio. La lingua veneta non esisterebbe senza bestemmie, già il suono è una bestemmia. E’ antipatico in pubblico, ma sono tante le cose antipatiche”. Poi si scaglia contro i sindaci che fanno le multe ai clienti delle prostitute: “Mica tutti sono dei conquistatori, poverini. Dovranno pur avere anche loro un’ora di sesso. Ma andate a cagare! Questa è la bigotteria, cazzo”. Ma un uomo può essere violentato da una donna?:

“No, no, no, no. Magari mi succedesse, accidenti, magari! Neanche denuncio. No, queste storielle che vengono fuori dopo 30 anni, hanno demolito Weinstein, ma perché Asia Argento non l’ha detto prima? Non sei credibile, così hanno rovinato un uomo che può darsi abbia anche palpato. Ma non credo abbia legato ad un albero una donna per stuprarla…non risulta”. Poi parla di Bianca Berlinguer: “Bianca Berlinguer? Mia moglie non è gelosa, ormai ci frequentiamo poco. Qualche bicchiere di vino insieme e tutto finisce lì”.