La lib-dem Melchiorre insultata su Facebook per il voto sul processo Ruby

Pubblicato il 6 Aprile 2011 14:31 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2011 14:39

ROMA – ”Vergogna!”, ”Venduti al porco vi dovete chiamare!”: sulla pagina di Facebook di Daniela Melchiorre va in scena l’ira dei suoi (ex) amici per la scelta improvvisa ieri dei deputati lib-dem di votare a favore del conflitto di attribuzioni sul caso Ruby. Gia’ a dicembre, in occasione del voto di fiducia al Governo, si erano diffuse voci che Melchiorre e Tanoni meditavano di passare nelle file della maggioranza. Immediatamente sulla pagina Facebook era partita una forte campagna ‘contro’ dei fans della Melchiorre. Poi pero’ nulla era successo.

Ieri la notizia del cambio di casacca (anche se non ‘ufficiale’, i lib-dem si riuniranno giovedi’ per l’addio al terzo polo) ha trovato impreparati i fans: nel giro di due-tre ore, infatti, i due deputati hanno preso prima le distanze dal progetto del terzo polo, poi sono andati a trovare Silvio Berlusconi e infine hanno votato contro i pm milanesi che vogliono processare il premier per prostituzione minorile e concussione. Il si’ in Aula al conflitto di attribuzioni ha preso ieri alla sprovvista i fans: pochi commenti, ma gia’ tutti comunque di segno fortemente negativo.

Oggi arrivano piu’ copiosi e probabilmente sono destinati ad aumentare. E comunque brillano per assenza i commenti positivi alla scelta fatta da Melchiorre e Tanoni. Anche i piu’ ‘moderati’, come Ferruccio, giudicano ”un gravissimo errore politico” il voto pro-Berlusconi. Desolato Riccardo: ”Ma perchè non possiamo avere un vero partito Lib-Dem come gli altri paesi?”. Ben piu’ forte Roberto: ”Daniela Melchiorre si vergogni e non usi piu’ la parola ‘liberale’! Venduti al porco vi dovete chiamare!”. ”Che vergogna”, dice Claudio, e lo stesso fa Antonio (‘berlusconiano pentito’. Anche Romualdo e’ deluso: ”Complimenti vivissimi per la tua coerenza politica! Sinceramente credevo fossi diversa!!! Che delusione!!!! La stessa coerenza di Razzi e Scilipoti!”. ”Pensavo – dice Sebastiano – fossi diversa dagli altri”.

Ironico Giuseppe: ”Grazie di cuore, anche da parte della mia famiglia che campa del mio lavoro di avvocato”. Franzi punta ad un poco onorevole scambio: ”Speriamo che dopo il voto di oggi, un posto al sole il Cavaliere lo riservi anche a Lei…e proprio vero cosa non si fa per il potere, è l’ultimo contatto che ho perchè la rimuovo dai miei contatti! Auguri per le future poltrone”.