Meloni a testa in giù FOTO: il post dell’assessora del Pd Valeria Montanari

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Luglio 2019 21:40 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2019 21:40
Meloni a testa in giù

Meloni a testa in giù FOTO: il post dell’assessora del Pd Valeria Montanari

ROMA – Il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, pubblica su Facebook il post dell’assessore del Pd di Reggio Emilia, Valeria Montanari, che ha ribaltato una foto della stessa Meloni pubblicandola a testa in giù. Quindi chiede un commento al segretario dem Nicola Zingaretti.

“Questa signora che mi vorrebbe morta a testa in giù perché voglio difendere i nostri confini – scrive la Meloni su Fb – è assessore del Pd a Reggio Emilia. Lo stesso Pd di Reggio Emilia che si è affrettato a esprime solidarietà al (proprio) sindaco di Bibbiano arrestato per lo scandalo legato alle violenze sui bambini e che sta tentando in tutti i modi di minimizzare quanto emerso. La loro abitudine è questa: zittire in ogni modo chi prova a raccontare le verità per loro scomode. Non mi stupisce. Tuttavia mi piacerebbe sapere cosa pensa Nicola Zingaretti di un suo assessore che dichiara pubblicamente di volermi appesa a testa in giù”, domanda la Meloni. 

E la replica di Zingaretti non è tardata ed è arrivata poco dopo. In un tweet, il segretario del Pd ha scritto: “La foto contro Giorgia Meloni è un errore da condannare. Tutti collaboriamo a difendere la dignità del confronto. Così non si va avanti, l’odio sta portando indietro le lancette della storia. Ce lo dicono anche le campagne infami nei social e le aggressioni ai circoli @pdnetwork”. 

Alle parole del segretario hanno seguito quelle della vicesegretario del Pd Paola Micheli: “Se Giorgia Meloni, cui va la nostra solidarietà per un post  su cui l’autrice si è scusata, pensa di combattere l’odio sul web, da qualsiasi parte provenga, troverà in noi il massimo della disponibilità a discuterne modi e forme, a partire dal Parlamento. Da anni la nostra comunità è oggetto di aggressioni e di diffamazioni sui social e nei giorni scorsi abbiamo cominciato a far partire decine di denunce e abbiamo attivato una piattaforma per la segnalazione di post offensivi. Noi siamo disponibili a sederci in Parlamento, con chiunque, per definire insieme una legislazione che regolamenti questo settore. L’odio sui social va condannato senza se e senza ma, sempre”. 

Fonte: Agi.

Meloni a testa in giù

Meloni a testa in giù FOTO: il post dell’assessora del Pd Valeria Montanari