Lavoro, il Pd abbandona la commissione durante l’audizione di Sacconi

Pubblicato il 19 ottobre 2011 18:37 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 18:38

ROMA, 19 OTT – ”Al termine dell’intervento del ministro Sacconi, nel corso dell’audizione in commissione sui temi del mercato del lavoro, come gruppo del Pd abbiamo abbandonato la sala e rinunciato a porre le abituali domande. La nostra protesta e’ derivata dal fatto che la relazione di Sacconi non ha minimamente affrontato i temi concreti dell’occupazione e del lavoro e si e’ risolta in un’azione di pura propaganda sulle future intenzioni del governo”. Lo dice il deputato del Pd Cesare Damiano.

”Il ministro Sacconi – sottolinea Damiano – e’ arrivato perfino ad affermare che si tratta di sostenere i lavoratori in mobilita’ pur sapendo che il governo, con i recenti provvedimenti, ha deciso di coprire soltanto 10mila lavoratori rispetto ai 40mila che sono in attesa di accedere alla pensione, come e’ confermato dalle statistiche di Confindustria e dei sindacati. Non e’ tollerabile – conclude l’esponente del Pd – che il governo continui a rigirare l’aria fritta in una situazione nella quale circa 600mila lavoratori, soprattutto giovani e donne, hanno perso il lavoro fra il 2008 e il 2010”.