Mercato deputati, Gasparri: “Anche noi parte lesa, riferirò al “partito” della Procura di Roma”

Pubblicato il 10 Dicembre 2010 17:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2010 17:54

Maurizio Gasparri

Dopo Antonio Di Pietro anche il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri si dice pronto ad andare dai giudici per parlare del “mercato dei deputati”. Secondo il  senatore, infatti anche il Pdl è parte lesa e i magistrati romani, che sull’accaduto hanno aperto un’inchiesta, vanno “informati” di tutti i movimenti in atto in Parlamento.

”La procura di Roma si trasforma in partito politico ed entra nel dibattito. Molto bene. Chieder di essere ascoltato, in quanto capogruppo parlamentare, come parte lesa. Potrei raccontare di tante indebite pressioni subite da parlamentari del centrodestra”.

”Come è  noto – precisa Gasparri – ci sono stati tanti i cambiamenti di gruppo a nostro danno. Chi sa se alla procura leggono i giornali e vedono la tv. Aggiornarli sarà un piacere e un dovere, così potranno tornare alla loro attività  più informati sui danni fatti alla libera volontà degli elettori”.