Dopo Mesiano, anche il metodo Boccassini? I giudici: “Dal Giornale attacco inaudito”

Pubblicato il 27 Gennaio 2011 17:23 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2011 18:42

ROMA – Dopo il “metodo Boffo” e il “metodo Mesiano”, il Giornale passa al “metodo Boccassini”? E’ questa l’opinione di Luca Palamara, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati: ”Il metodo ‘Mesiano’ non ci intimidisce e non ci intimidirà: come Anm esprimiamo solidarietà ai colleghi di Milano e alla Boccassini che ha ricevuto un attacco di inaudita gravità da ‘Il Giornale’ per la sola ‘colpa’ di applicare la legge come prevede la Costituzione”.

”E’ un attacco di una gravità inaudita – ha proseguito Palamara – perché non riguarda tutti i titolari dell’inchiesta che sono ben tre, ma uno solo, la Boccassini, con l’intento di personalizzare lo scontro”.

”Se il prezzo di poter svolgere un’indagine è quello di subire ritorsioni, diciamo, a chi si serve di questi metodi denigratori, che non faremo un solo passo indietro”, ha concluso Palamara.