Politica Italia

Michela Brambilla a Matteo Renzi: “Facciamo un patto dei quarantenni”

Michela Brambilla a Matteo Renzi: "Facciamo un patto dei quarantenni"

Michela Brambilla a Matteo Renzi: “Facciamo un patto dei quarantenni”

ROMA – Michela Vittoria Brambilla, ex ministro del Turismo ora presidente della Commissione bicamerale per l’Infanzia, propone a Matteo Renzi un “patto dei quarantenni”. Intervistata da Gian Maria De Francesco del Giornale, la Brambilla dichiara

«La legge di Stabilità, tra un regalo a Sorgenia e uno alle banche, ha taglia­to del 30% circa il Fondo nazionale in­fanz­ia e adolescenza che nel 2014 am­monta a soli 28 milioni. Un Paese che taglia sui propri figlie e sulle giovani generazioni perde il diritto di parlare di futuro».

Perché non si è rivolta a Letta?

«Gli ho scritto il 5 novembre come pre­sidente della Bicamerale per denun­ciare la vicenda e non si è degnato di rispondermi. Ho fatto in modo che si presentassero emendamenti per ri­pristinare il Fondo ai 39 milioni del 2013 e il governo ha sempre dato pare­re negativo sia in commissione che in Aula. Alla fine il relatore ha aggiunto 2 milioni in più per pietà».

Quindi lancia l’appello a Renzi.

«Quasi due milioni di bambini sono sotto la soglia di povertà, tra loro 950mila hanno tra zero e sei anni. La legge di Stabilità si accanisce contro le famiglie già duramente colpite dal­la crisi. Renzi ha detto che il governo dovrà cambiare rotta. Allora, stringia­mo un patto tra quarantenni per i qua­rantenni del futuro, i nostri figli».

To Top