Michelle “Dragomira” Bonev e quel milione di euro pagato dalla Rai. Asse Berlusconi-Masi?

Pubblicato il 30 Novembre 2010 9:59 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2010 15:49

Michelle Bonev

Mamma Rai avrebbe pagato un milione di euro per l’opera cinematografica di Michelle “Dragomira” Bonev, l’attrice cara al premier Silvio Berlusconi. Secondo quanto scrive Il Fatto quotidiano per i diritti di Goodbye Mama, il film che si è aggiudicato un insolito premio, sembra creato ad hoc, al festival di Venezia ha avuto un finanziamento quando ancora non era distribuito né in Italia, né in Bulgaria.

Mentre il film di Paolo Sorrentino “Il divo” si prendeva una porta in faccia dall’azienda pubblica a novembre 2009 la Bonev si vedeva recapitare un bel gruzzoletto per la sua fatica. Secondo quanto scrivono Malcom Pagani e Carlo Tecce sul Fatto dietro l’operazione di sarebbero gli accordi della coppia Berlusconi-Masi.

Il direttore generale della Rai chiese esplicitamente con una lettera a Caterina D’amico, allora amministratore delegato di Rai Cinema (controllata al 100 per cento di Rai spa) e ora in corsa per la direzione della Casa del Cinema di Roma, di comprare il film della Bonev. E pare che la scelta, cifra compresa, fosse stata imposta dall’alto.

Per la D’Amico la responsabilità sembra scivolare dritta su Masi: “Io ho pensato che non fosse affar mio. Non posso farmi carico dei problemi del mondo intero”. Paolo Del Brocco, ad attuale di Rai Cinema, dice al Fatto: “Non ricordo le cifre esatte, non le potrei fornire al telefono, ma rammento soltanto che un anno fa abbiamo acquistato i diritti di Goodbye Mama. La Rai ci chiese di fare quel tipo di operazione. Noi compriamo per suo conto. Siamo solo il braccio che acquista, non sappiamo se andrà in onda, non facciamo i palinsesti”.