Migranti, l’Italia tira in ballo la Gran Bretagna: “Aquarius batte bandiera di Gibilterra, prendeteli voi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 agosto 2018 11:18 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2018 14:25
Migranti, l'Italia tira in ballo la Gran Bretagna: "Aquarius batte bandiera di Gibilterra, prendeteli voi"

Migranti, l’Italia tira in ballo la Gran Bretagna: “Aquarius batte bandiera di Gibilterra, prendeteli voi” (Foto Ansa)

ROMA  –  “L’Ong Aquarius è stata coordinata dalla Guardia Costiera libica in area di loro responsabilità. La nave è ora in acque maltesi e batte bandiera Gibilterra. A questo punto il Regno Unito si assuma le sue responsabilità per la salvaguardia dei naufraghi”: [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] lo scrive su Twitter il ministro dei trasporti e infrastrutture, Danilo Tonielli, tornando su quanto già sottolineato due giorni fa dal ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini a proposito della nave Aquarius, con a bordo 141 migranti salvati in acque internazionali a 24 miglia nautiche dalla costa libica.

“Sugli sbarchi sulle coste calabresi stiamo monitorando tutto con le forze dell’ordine, mentre per i migranti a bordo dell’Aquarius, che ricordo è di proprietà di un armatore tedesco e batte bandiera di Gibilterra, questa nave non vedrà mai un porto italiano”, aveva tuonato sabato il leader della Lega.

E anche oggi Salvini è tornato sull’argomento: “Nave ong Aquarius con altri 141 immigrati a bordo: proprietà tedesca, noleggiata da Ong francese, equipaggio straniero, in acque maltesi, battente bandiera di Gibilterra. Può andare dove vuole, non in Italia! Stop trafficanti di esseri umani e complici, #portichiusi e #cuoriaperti”, ha chiosato su Twitter .

Una presa di posizione che ricalca quella presa alcune settimane fa proprio nei confronti della Aquarius, che in quel caso venne costretta ad attraccare in Spagna, accolta dal porto di Valencia, nonostante la Spagna sia tra i Paesi europei quello che sta subendo maggiormente i flussi migratori attraverso il Mediterraneo.

E se in passato simili accuse di non accogliere i migranti erano state rivolte alla Francia di Emmanuel Macron, adesso Salvini e Toninelli tirano in ballo anche Londra, fino ad ora defilata sulla questione.