Migranti, Salvini: “Boldrini è da ricovero”. La replica: “Io non sono xenofoba”

Pubblicato il 20 Giugno 2015 14:53 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2015 15:07
Migranti, Salvini: "Boldrini è da ricovero". La replica: "Io non sono xenofoba"

Foto d’archivio

ROMA – “Il Presidente della Camera è da ricovero”, dice Salvini alla Boldrini. “Io non soffio sul fuoco della xenofobia”, dice la Boldrini a Salvini. E’ scontro tra le forze politiche sul problema immigrazione. Con il leader leghista Matteo Salvini che attacca la presidente della Camera Laura Boldrini, che, a sua volta, replica. Ma oltre allo scontro ci sono anche le parole del capo dello Stato Sergio Mattarella che traccia la strada che l’Italia dovrà seguire in materia. “Il nostro Paese continuerà a fare quanto necessario per assicurare ai rifugiati e a coloro che chiedono asilo un trattamento rispettoso dei diritti fondamentali e della dignità umana, con l’auspicabilmente crescente contributo dell’Unione Europea e della comunità internazionale”, ha detto presidente della Repubblica sulla questione migranti in un messaggio inviato in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato. “L’Italia sente alto e forte – da sempre – il dovere di solidarietà nei confronti di chi giunge nel nostro Paese, coltivando l’ispirazione e la speranza verso una vita più sicura e un avvenire per sé e per i propri figli”, aggiunge Mattarella.

Sul tema dell’emergenza migranti è, come detto, tornato anche il leader della lega Matteo Salvini, sostenendo che “in Italia non c’è spazio per tutti”. Parlando al suo arrivo al congresso federale della Lega Nord, il segretario del Carroccio ha poi commentato le dichiarazioni di venerdì della presidente della Camera, Laura Boldrini, secondo la quale la vera emergenza non è in Italia ma nel Mediterraneo. “Boldrini deve essere ricoverata”, ha tagliato corto il leader leghista.

Pronta la replica della presidente della Camera: “La polemica sugli immigrati la fa chi non ha altro di cui occuparsi”. “È mia abitudine non fare polemiche ma occuparmi delle questioni e collaborare alle soluzioni. Ritengo che i cittadini e i volontari di Milano, così come quelli di Roma e Ventimiglia, abbiano dato una grande e bella prova di capacità di rimboccarsi le maniche e cercare soluzioni. Questo a me interessa, per il resto la polemica la fa chi non ha altro di cui occuparsi” ha replicato a Salvini la presidente della Camera Laura Boldrini da Firenze.