Migranti. Sea Watch isolata, la Capitaneria blocca la catena umana del Pd. Verso il sequestro della nave

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 gennaio 2019 10:46 | Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2019 10:46
Migranti. Sea Watch isolata, la Capitaneria blocca la catena umana del Pd. Verso il sequestro della nave

Migranti. Sea Watch isolata, la Capitaneria blocca la catena umana del Pd. Verso il sequestro della nave

ROMA – Con un’ordinanza emessa ieri, e valida “dalla pubblicazione sul sito istituzionale della Capitaneria di porto di Siracusa”, lo specchio d’acqua all’interno della Baia di Santa Panagia, per un raggio di mezzo miglio dalla SeaWatch 3, “è interdetto alla navigazione, ancoraggio e sosta con qualunque unità non espressamente autorizzata”. Lo stabilisce l’ordinanza firmata dal comandante della capitaneria di porto di Siracusa, Luigi D’Aniello.

Fuori dal linguaggio burocratico si capisce che la Capitaneria di fatto ha isolato la nave Ong, nessuno può avvicinarsi, tecnicamente non potrebbe nemmeno prendere il largo perché non ci sono le condizioni minime per consentire alla stessa Capitaneria di concedere le autorizzazioni del caso. Il sequestro della nave resta un’opzione sul tavolo. Non possono avvicinarsi alla nave soprattutto gli esponenti del Pd che avevano organizzato una staffetta: tre parlamentari Pd erano saliti a bordo per esprimere solidarietà, verificare lo stato di emergenza e denunciare il comportamento intransigente del governo che non permette lo sbarco dei migranti.

Alla staffetta avrebbero dovuto partecipare Davide Faraone, Carmelo Miceli, Matteo Orfini, Fausto Raciti, Valeria Sudano e Francesco Verducci. L’ordinanza si richiama alla nota di ieri della prefettura che, “alla luce di quanto emerso durante la riunione tenutasi in presenza delle forze di polizia, ha richiesto alla Capitaneria di porto di Siracusa – si legge nel documento – l’adozione di urgenti provvedimenti di disciplina della navigazione e dell’accesso nell’area di mare circostante il punto di fonda dell’unità Sea Watch 3, mediante interdizione del tratto interessato in considerazione del fatto che la presenza e/o la navigazione di altre imbarcazioni attorno alla stessa motonave possono creare problemi riguardanti l’ordine pubblico e la sanità pubblica”.