Migranti sfasciano auto Carabinieri: uno dei mille falsi delle pagine pro Lega e M5S

di Lucio Fero
Pubblicato il 13 maggio 2019 9:23 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2019 21:49
Bufala. Migranti sfasciano auto Carabinieri: uno dei mille falsi delle pagine pro Lega e M5S

Migranti sfasciano auto Carabinieri: uno dei mille falsi delle pagine pro Lega e M5S

ROMA – Migranti sfasciano auto Carabinieri e si vede il video, eccoli là i migranti: altro che rifugiati, profughi, altro che gente da aiutare. Sono violenti, cattivi, sfasciano, attaccano perfino i Carabinieri. Messaggio chiaro dalla scena di cronaca proposta: bloccare l’invasione! Questione di sopravvivenza. Solo che la scena non è di cronaca, è la scena di un film. Fatta passare, spacciata come droga si spaccia, per realtà, per fatto realmente accaduto. E’ solo uno dei mille falsi della pagine pro Lega e M5S appena chiuse da Facebook.

Facebook che ne ha chiuse 23 (ma molte altre analoghe restano aperte). Chiuse non per censura, ostracismo, condanna di opinioni quali che siano. Chiuse per organizzata, voluta e programmata menzogna. Il falso dei migranti che sfasciano l’auto dei Carabinieri, il falso di Roberto Saviano che dice: meglio aiutare i rifugiati che i terremotati piagnoni e viziati…Ora Saviano ne dice tante, ma questa non l’ha mai detta. Gli è stata messa in bocca ad arte. Per poi poter sviluppare tutti insieme sulla pagina un corale e indignato: hai visto che roba, la sinistra vuole punire gli italiani!

Dieci, cento, mille falsità ripetuto mille, centomila, un milione di volte. Anzi di più: le 23 pagine chiuse, solo oro, avevano fino ad ieri 2,4 milioni di follower, 2,4 milioni! Una marea di gente che si costruisce e si conferma un’opinione intrisa di falsi e bugie. Robe non tanto lontane da quanto apèpena ieri hanno per così dire scoperto i terrapiattisti: Bergoglio pagato da Soros! Solo che almenoi i terrapiattisti (alla fine Grillo non è andato come aveva annunciato) danno nel loro convegno apertamente…di matto. Mentre le pagine facebook pro Lega e M5S si vestivano e vestono come le pagine della pura verità occultata dai poteri forti.

E non sono le pagine di mattacchioni in libertà che in libertà mettono la prima cosa che passa loro per la testa. Sono pagine frutto di progetto e organizzazione. La gran parte di loro sono il frutto di un riciclo di identità originaria: nascevano come pagine di associazioni di categoria o come pagine di sport o come pagine di sesso e affini. E poi, raccolto pubblico sotto questa insegna, ecco le pagine trasformarsi in appoggio e sostegno alle due forze politiche a colpi di falsi e bugie.

Sia chiaro e netto: Lega e M5S non organizzano, non governano, non sono dietro queste pagine. Sia chiaro enetto: Lega e M5S non sono responsabili dei falsi e delle bugie. Sia chiaro e netto però anche che parte del voto a M5S e Lega poggia e muove dal diffondersi e radicarsi di questi falsi e bugie.