Milano, Albertini guarda al Pd: “Lasci Pisapia e scelga me”. Ma intanto incontra il terzo polo

Pubblicato il 17 Novembre 2010 9:23 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 10:51

Gabriele Albertini

Se il Partito democratico abbandona l’appoggio a Giuliano Pisapia avrà la mia candidatura: l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini vorrebbe un’alleanza con il centrosinistra. Ieri a Roma ha incontrato il tridente del terzo polo, Gianfranco Fini, Pier Ferdinando Casini e Francesco Rutelli. I tre gli hanno assicurato il loro appoggio se correrà con una propria lista civica contro Letizia Moratti. Ma non è quello che vu0le l’ex primo cittadino.

Albertini, scrive Maurizio Giannattasio sul Corriere della Sera, punta sul nervosismo del Pd dopo la disfatta del candidato Stefano Boeri. Ma sa che quel che accadrà a Milano dipende da quanto accadrà a Roma.

Allora meglio aspettare. Senza far nulla già due delle tre condizioni poste dall’ex sindaco si sono avverate: l’esito dei sondaggi, che danno Albertini al ballotttaggio con Moratti. E la formazione del terzo polo.

Albertini ha tempo per riflettere almeno fino al 27 novembre, quando a Milano si terrà un convegno a cui presenzieranno tutte le figure di un eventuale terzo polo: Casini, Rutelli, Della Vedova e Montezemolo. E Albertini ci sarà. Come ospite d’onore.

[gmap]