Elezioni Milano, Borghezio: “Al Qaeda felice se vince Pisapia”

Pubblicato il 23 Maggio 2011 14:04 | Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2011 14:06

ROMA – Sembra una di quelle battute che in questi giorni di campagna elettorale intasano Facebook e la bacheca di Red Ronnie. Invece è la considerazione “seria” di un politico, il leghista Mario Borghezio: “Se vince Pisapia a Milano, al Qaeda sarà felice”.

”Non ci sono dubbi – ha detto l’europarlamentare Borghezio parlando a KlausCondicio, il programma tv in onda su YouTube – i fondamentalisti islamici, in primis Al Quaeda e lo stesso Al Zawahiri, sarebbero felicissimi se a Milano la Lega dovesse perdere e Pisapia diventasse sindaco. La vittoria della sinistra spalancherebbe le porte all’islam radicale. E’ come se sul Duomo sventolasse una bandiera islamica”.

”Al Qaeda, come dimostrano le indagini della procura, si è radicata a Milano, forse – spiega Borghezio – l’unica grande metropoli europea che manca al grande progetto di islamizzazione dell’Europa promosso da Bruxelles. E Pisapia, che non e’ islamico e neppure islamista, rischia di essere l’utile idiota” e’ il secondo degli eletti dopo Matteo Salvini”. Borghezio non esclude, se dovesse vincere Pisapia, ”violenze no-global contro leghisti e industriali”, come tutti i ”soggetti produttivi della citta”’. Insomma, Milano diventerebbe, oltre che ‘zingaropoli’ anche ‘leoncavallopoli”.