Milano, Francesca Balzani nuovo vicesindaco. Pisapia: “Non accetto paragoni con Roma”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2015 23:01 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2015 23:01
Milano, Francesca Balzani nuovo vicesindaco

Giuliano Pisapia con il nuovo vicesindaco Francesca Balzani (Ansa)

MILANO – L’assessore al Bilancio del Comune di Milano, Francesca Balzani, è il nuovo vicesindaco, ruolo in cui ha sostituito Ada Lucia De Cesaris che nei giorni scorsi ha rassegnato le dimissioni. La decisione è stata accolta con unanimità di consensi in Giunta. “In questi giorni – ha detto Balzani subito dopo la nuova nomina – ricorre la parola squadra, gruppo, io preferisco il termine sintonia”. Pisapia: scelta vicesindaco segno di unità La nomina in soli due giorni del nuovo vicesindaco di Milano, dopo le dimissioni dell’uscente Ada Lucia De Cesaris, è un modo per dimostrare che “la coalizione di centrosinistra è forte, capace” ed unita. Con a fianco i capigruppo e i segretari dei vari partiti di maggioranza, Pisapia ha detto che “Francesca Balzani è la persona giusta al posto giusto”. “Non nascondo – ha ammesso – che le dimissioni del vicesindaco ci creano problemi e che ci hanno addolorato”, ma la scelta fatta è la migliore. Il nome di chi sostituirà Ada Lucia De Cesaris nel suo ruolo di assessore all’Urbanistica, ha aggiunto il sindaco, “si conoscerà “sicuramente entro la fine della prossima settimana”.

Il paragone fra Milano e Roma, le due città dove si è dimesso il vicesindaco, “non mi fa arrabbiare, di più”: Giuliano Pisapia, senza mai citare la capitale, spiega che i casi sono diversi. Che è “incredibile” accostare “un vicesindaco che si dimette ma ha lavorato benissimo” e una “città in cui gli amministratori non hanno ricevuto un avviso di garanzia” con altri Comuni con “problemi di mafia” e di bilancio. “Andiamo avanti con le iniziative importanti per la città – ha aggiunto il sindaco di Milano -. Il percorso non si è mai interrotto, abbiamo avuto due giorni di tensione, due giorni che abbiamo superato con grande capacità di essere uniti”.

Il sindaco ha spiegato che avrebbe voluto Francesca Balzani come assessore al Bilancio non appena si è candidato ma lei era occupata al parlamento di Strasburgo come relatrice del bilancio europeo. Così ha ‘ripiegato’ su Bruno Tabacci, chiamando la genovese quando Tabacci è stato eletto deputato nel 2013. “È la persona che ha più autorevolezza – ha aggiunto – , amata da tutti i consiglieri comunali e della giunta. Una persona che unisce e in questo momento, in cui lo strappo con il vicesindaco De Cesaris è stato doloroso, era importante dare un segnale di unità e anche di capacità di andare avanti”.