Milano. Giuliano Pisapia alza tutte le tasse: Irpef, Imu, rifiuti, biglietti bus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 settembre 2013 10:49 | Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2013 10:49
Milano. Giuliano Pisapia alza tutte le tasse: Irpef, Imu, rifiuti, biglietti bus

Giuliano Pisapia (Foto LaPresse)

ROMA – Irpef su dello 0,8%, Imu rincarata dal 4 al 5,5 per mille, tassa di soggiorno e sui rifiuti rialzate e infine aumento degli abbonamenti di bus e metro. La giunta di Giuliano Pisapia alza tutte le tasse, con una spending review da 231 milioni di euro lanciata dal Comune di Milano.

Sara Monaci e Gianni trovati spiegano sul Sole 24 Ore la “drastica manovra” economica di Pisapia, con la giunta che il 6 settembre dovrà approvare la delibera del bilancio previsionale 2013 e riallineare entrate ed uscite:

“Una spending rewiew ai budget degli assessorati per 231 milioni e un ampio ricorso alla leva fiscale, con un aumento dell’Irpef fino allo 0,8% (il massimo, abbattendo anche da 33.500 euro a 15mila euro la soglia dei redditi esenti) e dell’Imu (dal 4 al 5,5 per mille), accompagnati da ritocchi a rialzo per tassa di soggiorno, abbonamenti al servizio di trasporto pubblico, imposta sui rifiuti, tassa sull’occupazione del suolo pubblico”.

Una spending review che non sarà certo indolore per i cittadini e che ha scatenato proteste e malumori tra i sindacati e la maggioranza della giunta:

“Da un lato ci sono le proteste dei sindacati e i malumori della maggioranza, per una manovra che fa debuttare l’addizionale Irpef in formula piena ai redditi da 15mila a 33.500 euro e moltiplica di 2,6 volte il conto per i contribuenti che guadagnano da 33.500 a 55mila euro, riservando invece incrementi proporzionalmente minori ai milanesi più benestanti (almeno agli occhi del Fisco). Dall’altra, però, c’è l’interrogativo dell’Imu, che farà mancare all’appello qualche decina di milioni se il Governo continuerà sulla strada di cancellare l’imposta sull’abitazione principale calcolando le compensazioni sul 2012”.