Milano, i manifesti del Pdl: “Liberiamo la città da Pisapia”

Pubblicato il 22 ottobre 2011 16:15 | Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2011 19:51

MILANO, 22 OTT – ''Le parole di Pisapia davanti al suo elettorato piu' vicino sono un segno di grande nervosismo, un misto di debolezza e inaspettata smania di potere''. Lo ha detto il capogruppo del Pdl a Palazzo Marino Carlo Masseroli replicando alle dichiarazioni del sindaco Giuliano Pisapia, secondo il quale Milano l'opposizione e' insussistente e dimostra la propria esistenza solo con ''buffonate''. Il Pdl ha lanciato un manifesto ''Liberiamo Milano da Pisapia''

''Debolezza – ha argomentato Masseroli parlando anche di un calo di consensi – perche' non gli resta che attaccare l'opposizione per compattare il suo elettorato deluso dopo i primi mesi di governo, peraltro in modo alquanto inelegante per il sindaco del sorriso a tutti. Inaspettata smania di potere perche', a differenza di quello che dichiara, punta dritto allo scenario nazionale per due obiettivi: non far misurare ai milanesi la sua inconsistenza amministrativa e lucrare al massimo sulle illusioni a cui sempre meno persone credono''.

Nel manifesto il Pdl spiega di dover liberare Milano 'da chi parla di trasparenza e legalita' ma se sei dei loro tutto e' concesso; da chi professa scelte per competenza e applica scelte per appartenenza; da chi per sostenere lo sviluppo non sa fa altro che introdurre nuove tasse''. Il manifesto e' aperto, ha spiegato il Pdl, perche' siano i milanesi ad arricchirlo con le loro personali critiche alla giunta di centrosinistra.