Milleproroghe, arriva l’emendamento “salva Pompei”: si cercano sponsor

Pubblicato il 9 Febbraio 2011 19:06 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2011 21:16

Gli scavi di Pompei

ROMA – Più soldi per il personale e un programma straordinario di interventi conservativi per Pompei. Con l’ipotesi di coinvolgere anche eventuali ‘sponsor’ nell’operazione: lo prevede l’emendamento al milleproroghe depositato dal relatore, Lucio Malan.

Per il personale si prevede un limite di spesa di 900.000 euro annui a decorrere dal 2011 per consentire al ministero delle attività culturali ”procedure straordinarie di reclutamento per rafforzare l’autonomia e l’efficacia delle azioni e degli interventi di tutela nelle aree archeologiche sulla base di un programma straordinario e urgente di interventi conservativi di prevenzione, manutenzione e restauro”.

Per realizzare il programma straordinario i fondi saranno reperiti dal fondo per le aree sottosviluppate (Fas) destinati alla Campania e per una quota dai fondi nel bilancio della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei. Altra quota sarà a carico della regione Campania.

Gli interventi sono dichiarati ”di pubblica utilità, indifferibili ed urgenti”. Potranno dunque essere realizzati ”ove occorra, in deroga alle previsioni degli strumenti di pianificazione urbanistica”. Sarà infine favorito l’apporto di risorse private pubblicizzando l’elenco degli interventi da realizzare in attesa di eventuali proposte di sponsorizzazione. Se non ci fossero candidati ”il Soprintendente può ricercare ulteriori sponsor senza altre formalità e anche mediante procedura negoziata”.

[gmap]